CONCLUSO IL PROGETTO “GIOVANI SOCCORRITORI”: PIÙ DI 200 GIOVANI STUDENTI DEL COMPRENSIVO HANNO APPRESO LE MANOVRE BASILARI PER SALVARE UNA VITA

da Katia Roberto

Docente

0

Si è concluso in questa settimana il progetto “GIOVANI SOCCORRITORI”, promosso per il secondo anno consecutivo dall’”Associazione Genitori e Simpatizzanti Gallo – Positano di Noci A.P.S.”, d’intesa con il Dipartimento STEM della Scuola Secondaria di 1° grado “Gallo” e le docenti delle classi quarte e quinte della Scuola Primaria “Positano”.

L’iniziativa, che ha interessato 10 classi del nostro comprensivo arrivando a formare più di 200 alunni, ha previsto il coinvolgimento attivo degli studenti e dei docenti, sotto la guida della formatrice esperta, prof.ssa Lorita Nardulli, (già tra i soci fondatori dell’Associazione), permettendo di maturare le conoscenze e competenze necessarie per garantire soccorsi tempestivi a una vittima di arresto cardiaco o di ostruzione delle vie aeree, in attesa del soccorso medico di emergenza (118).

Ogni fascia d’età ha affrontato il tema della “GESTIONE DELL’EMERGENZA” nel modo didatticamente più coerente con le proprie abilità.

Per le classi quarte e quinte della Primaria, il percorso ha previsto l’illustrazione dei principali “anelli” della “catena della sopravvivenza” (riconoscimento di un arresto cardiaco, allertamento del soccorso pubblico, Rianimazione Cardiopolmonare Precoce, posizione laterale di sicurezza) alternando momenti di semplice spiegazione frontale, attività di colorazione di illustrazioni appositamente predisposte, memorizzazione e drammatizzazione della filastrocca “BLS4kids – Il Primo Soccorso cantato ai bambini”.

Gli alunni della Secondaria, invece, hanno approcciato l’addestramento alla pratica delle manovre di BLS (Basic Life Support – supporto alle funzioni vitali di base) mediante l’utilizzo di manichini per il training di ultima generazione che, tramite apposita app, hanno restituito istantaneamente un feedback sull’efficacia del massaggio cardiaco effettuato. L’addestramento alle manovre di disostruzione, invece, è stato realizzato con giubbino Simulatore che ha permesso loro di sperimentare la famosa “Manovra di Heimlich”.

“Conoscere per salvare…per non essere un semplice testimone!” È questo il messaggio più importante che i nostri alunni hanno portato a casa e condiviso con le proprie famiglie, avendo imparato che DUE MANI POSSONO DAVVERO SALVARE UNA VITA!

#associazionegenitoricomprensivogallopositano

Registro Elettronico Docenti
Registro Elettronico Famiglie
Scuola in chiaro
Scuola senza zaino
Trinity
Pago in rete
Iscrizioni Online
Privacy Policy
Sito web precedente
Amministrazione Trasparente
Albo on line